Conseguimento titolo (dal 30° ciclo): adempimenti dottorandi

Il Regolamento di Ateneo sul Dottorato di ricerca, emanato con D.R. 488/ 2013 nel rispetto del Decreto Ministeriale n. 45/2013, disciplina all’art.16 le nuove modalità di espletamento dell’esame finale in vigore dal 29° ciclo.

Il titolo di Dottore di ricerca si consegue all'atto del superamento dell'esame finale. La tesi finale può essere redatta anche in lingua straniera, previa autorizzazione del Collegio Docenti. Il frontespizio della tesi dovrà essere redatto secondo il modello scaricabile in calce al presente documento.

Il Collegio Docenti autorizza, previa richiesta dell’interessato, il rilascio della certificazione aggiuntiva di Doctor Europaeus (modello scaricabile nella sezione modulistica) ove sussistano le seguenti condizioni:

  • giudizio positivo sul lavoro di tesi accordato da almeno due referees, nominati dal Collegio, appartenenti a istituzioni universitarie straniere di due diversi Paesi dell'U.E. (con qualifica di professore o ricercatore). Le relazioni dei referees saranno allegate al verbale dell'esame finale per il candidato;
  • presenza nella Commissione dell'esame finale di almeno un componente proveniente da una istituzione universitaria straniera dell'U.E. (con qualifica di professore o ricercatore);
  • una parte della discussione della tesi deve essere effettuata in una lingua della Comunità Europea diversa da quella nazionale del Paese dove  è sostenuto il dottorato;
  • la tesi deve essere il risultato di un periodo di lavoro e di ricerca della durata di almeno 3 mesi svolto all'estero in un Paese dell'U.E.

La certificazione di Dottorato Internazionale (in vigore dal 29° ciclo) può essere richiesta ove sussistano le medesime condizioni del label di Doctor Europaeus verificate non relativamente all'Unione Europea ma per altro paese extracomunitario.

A conclusione del corso di Dottorato, il candidato all'esame finale, ad eccezione di chi abbia usufruito di periodi di sospensione da recuperare, è tenuto a  far pervenire al Coordinatore entro il 31 ottobre, la seguente documentazione: a) libretto attività formative; b) relazione sulle attività svolte nel corso di dottorato e sulle eventuali pubblicazioni; c) richiesta al Collegio di redazione della tesi di dottorato in lingua italiana o inglese, ovvero altra lingua ;d) eventuale richiesta di certificazione aggiuntiva di DOCTOR EUROPAEUS, se sussistono le condizioni.

Entro il 15 dicembre i candidati ammessi alla valutazione faranno pervenire al Coordinatore e al Collegio Docenti la tesi di dottorato redatta in lingua italiana o inglese o altra lingua previa autorizzazione del Collegio.

Entro il 20 dicembre i candidati faranno pervenire alla Scuola Superiore la domanda di ammissione all’esame finale presente nella sezione modulistica.

Alla domanda va, inoltre, allegata ricevuta dell'avvenuto pagamento tramite MAV di € 80,00, per il rilascio della pergamena (se richiesta).

Entro il 15 febbraio il Coordinatore comunica agli interessati l’esito della valutazione. In caso il giudizio dei due valutatori richieda la necessità di integrazioni e/o correzioni alla tesi, il candidato è tenuto a concludere la revisione entro 6 mesi.

Entro la data di espletamento dell'esame finale, il candidato ammesso consegnerà alla Scuola Superiore n. 3 copie della tesi finale, di cui n.2 copie, come previsto dall’art. 6 ,11 del D.M. 224 del 30 aprile 1999, per il deposito presso le Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze, per la consultazione e la conservazione, e n. 1 copia + un riassunto (abstract) in italiano e in inglese per la Scuola Superiore. Tali copie dovranno essere obbligatoriamente su supporto ottico (CD o DVD), insieme alla dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà relativo alla conformità delle copie consegnate, l’Abstract e la liberatoria. Nel caso di dottorati articolati in curricula, nel rilascio del titolo può essere indicato il curriculum prescelto.

Rilascio pergamena

Per il rilascio della pergamena relativa al conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca, occorre consegnare presso la Segreteria della Scuola Superiore la seguente documentazione:

  • modulo di richiesta,
  • attestazione del versamento di  € 80,00, da effettuarsi tramite MAV (scaricabile dalla propria pagina personale);
  • marca da bollo da € 16,00 ( al momento del ritiro della pergamena).

Specifiche tecniche del supporto ottico

La copertina contenuta nel supporto, dovrà riportare necessariamente i seguenti dati:

  • Intestazione dell'Università
  • Dipartimento
  • Dottorato (indicare il curriculum se previsto)
  • Ciclo
  • Titolo tesi
  • Nome del candidato
  • Coordinatore
  • Tutor (o tutors)
  • Anni Accademici di frequenza
  • SSD - codice del Settore Scientifico Disciplinare (per individuare il proprio SSD si può consultare il link
  • Il formato digitale della tesi dovrà essere in PDF
  • Il supporto dovrà contenere anche gli eventuali file accessori necessari per la leggibilità del testo (font, immagini, tabelle etc.)
  • Il supporto dovrà contenere soltanto una tesi
  • Il supporto non dovrà essere protetto da copia
  • Il supporto dovrà essere contenuto in apposita custodia rigida (jewel box).